Al cinema  |  Avvenimenti  |  Citazioni  |  Bibliografia
Home page  |  Credits

Al cinema nel 1968

Ottobre

3 – Esce a Milano Ruba al prossimo tuo… di Francesco Maselli.

4 – E’ nelle sale il Caso Thomas Crown (The Thomas Crown Affair) di Norman Jewison, che si affida a due star del momento, Steve McQueen e Faye Dunaway. Tra i film di maggior richiamo della nuova stagione anche Un cervello da un miliardo di dollari (Billion Dollar Brain) di Ken Russel, con l’occhialuto Michael Caine nei panni dell’agente Palmer, impegnato a sventare una guerra atomica.

6 – Si conclude un’edizione (la ventunesima) molto travagliata del Festival del cinema di Locarno. La giuria ufficiale è stata sciolta dopo la presa di posizione polemica del regista cecoslovacco Jiri Menzel contro i film russi, ungheresi e della Germania Est in concorso. Una nuova giuria, formata da giovani, premia a sorpresa con il Pardo d’oro I visionari , dell’italiano Maurizio Ponzi, opera prima assai modesta per tematica e sceneggiatura. I premi minori vanno al film russo Nozze d’autunno di Boris Yashyn e all’ ungherese Dove finisce la vita di Judith Elek. Menzione speciale a Yellow submarine di George Dunning.

8 – Esce a Milano Straziami ma di baci saziami di Dino Risi, tra i film italiani della stagione destinati al maggior successo di pubblico. Incasserà oltre 2 miliardi di lire.

9 – E’ nelle sale il colossal bellico Lo sbarco di Anzio di Duilio Coletti.

12 – Esce a Milano Ciccio perdona, io no con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Pochi giorni prima era uscito I due crociati. Solo nel 1968 saranno ben otto i film che si affidano alla comicità scontata e farsesca della coppia siciliana. Altri film da loro interpretati continuano a spopolare nelle seconde e terze visioni.

15 – Ugo Tognazzi dichiara che vestirà i panni di Trimalcione nel Satyricon di Gian Luigi Polidoro. Il film, già in lavorazione, vuole anticipare quello omonimo, annunciato da Federico Fellini.

17 – Esce a Milano Summit di Giorgio Bontempi, mediocre storia sentimentale, che strizza l’occhio al maggio francese. La locandina avverte che il film è stato «girato sulle barricate nel cuore della rivolta studentesca» e che, come molti altri in questo periodo, ha vinto «la battaglia della censura».
L’educazione sessuale made in Germania è alla sua seconda puntata con Helga e Michael (stesso regista Erich F. Bender e stessa interprete femminile Ruth Gassman ). Il film comprende nel suo repertorio «l’esperienza primitiva, la prevenzione della gravidanza, i rapporti tra uomo e donna nella società moderna e dalla pubertà alla maturità nell’accoppiamento».

18 – E’ nelle sale il film a episodi Tre passi nel delirio, ispirato ai racconti di Edgard Allan Poe e firmato da Roger Vadim, Louis Malle, Federico Fellini. Nel cast Brigitte Bardot, Jane e Peter Fonda, Alain Delon, Terence Stamp.

23 – Jane Fonda è la bionda eroina sexy di Barbarella di Roger Vadim. Nei titoli di testa del film si esibisce in uno spogliarello integrale in assenza di gravità.

24 – Escono a Milano Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli e la commedia inglese Prudenza e la pillola (Prudence and the Pill) di Fielder Cook, che vorrebbe trattare con un po’ di audace spregiudicatezza un tema di grande attualità.

25 – Esce nelle sale Partner, terzo film di Bernardo Bertolucci.

30 – Esce nei cinema Chimera di Ettore M. Fizzarroti, ennesimo capitolo della saga canora- sentimentale della coppia Gianni Morandi- Laura Efrikian (all’epoca anche compagni di vita). Il film appartiene al collaudato sottogenere dei musicarelli, che ebbe il suo boom negli anni Sessanta, supportando o affiancando l’uscita di canzoni di successo dei nuovi e giovani divi della musica leggera. Tra i registi più prolifici del 1968 lo stesso Fizzarroti (Stasera mi butto e Soldati e capelloni) e Aldo Grimaldi (Nel sole, L’oro del mondo e Il ragazzo che sorride – Il mattino) che punta sul tandem Al Bano – Romina Power.

31 – Esce a Milano Vip, mio fratello superuomo, secondo lungometraggio di Bruno Bozzetto, tra i pochi film d’animazione europei che tentano di contrastare il dominio assoluto del cinema holliwoodiano e disneyano. Negativo il riscontro di pubblico: il film incasserà meno di cento milioni di lire.

 

 
     © 2008 Un filo rosso