Al cinema  |  Avvenimenti  |  Citazioni  |  Bibliografia
Home page  |  Credits

Schede dei film citati


PRIMA DELLA RIVOLUZIONE DI BERNARDO BERTOLUCCI, ITALIA 1964, 100 M.

locandina Prima della RivoluzioneIl ventenne Fabrizio (Francesco Barilli), figlio di un’agiata famiglia borghese di Parma, va in crisi dopo il suicidio dell’amico Agostino. Confortato dalla sorella di sua madre, la giovane e nevrotica zia Gina (Adriana Asti), se ne innamora, ricambiato. Ma non avendo il coraggio di andare fino in fondo, si adatta al matrimonio con la fidanzata impostagli dalla famiglia, rinunciando anche all’impegno politico di iscritto al Pci. “Per gente come me è sempre prima della rivoluzione”, afferma Fabrizio, ammettendo di non aver saputo superare i condizionamenti della sua classe di appartenenza.

Al suo secondo lungometraggio Bernardo Bertolucci coniuga, ispirandosi stilisticamente ai modelli della Nouvelle Vague, passione e ideologia, mettendo in scena una vicenda intrisa di tentativi di analisi politica e autobiografismo. Interessante la capacità del ventitreenne regista di cogliere gli elementi di crisi e di inquietudine interni alla famiglia borghese, che Marco Bellocchio rappresenterà, nel ben più esplosivo I Pugni in tasca (1965)


     © 2008 Un filo rosso