Al cinema  |  Avvenimenti  |  Citazioni  |  Bibliografia
Home page  |  Credits

Schede dei film citati


QUEIMADA DI GILLO PONTECORVO, ITALIA/FRANCIA 1969, 112 M.

Locandina QueimadaSir William Walzer (Marlon Brando) è un avventuriero britannico, inviato dal suo governo in un’immaginaria isola delle Antille per sobillare la popolazione indigena contro i portoghesi e conquistarne l’alleanza agli inglesi. La ribellione ha successo, ma lo stesso Walker dovrà eliminare il giovane rivoluzionario locale che l’ha capeggiata (Evaristo Marquez) quando questi sceglierà di battersi anche l’indipendenza del suo popolo.

Dopo il successo internazionale de La battaglia di Algeri (1966), Gillo Pontecorvo realizza, su sceneggiatura di Franco Solinas e Giorgio Arlorio, e con le musiche di Ennio Morricone, un film dall’ancor più forte contenuto politico e ideologico. L’ambientazione in un ipotetico Ottocento è occasione per denunciare il colonialismo nelle sue varie forme, con citazioni da Franz Fanon. Ma non mancano le sollecitazioni della contemporaneità, con allusioni alla rivoluzione cubana, al Vietnam, alle Black Panthers e persino alla Resistenza italiana.
Marlon Brando, come al solito bravissimo, veste i panni di un ambiguo antieroe, cinico colonialista e al tempo stesso lucido interprete di una lettura marxista della storia e dei rapporti sociali.


     © 2008 Un filo rosso