Introduzione
La scuola
Il progetto
I tutor
   
  ATTIVITA' 2004-05
Il gruppo
Le ricerche
Diario di bordo
   
 
Il gruppo
  Le ricerche
 
I bilanci della FIL
L'ampliameno del Tabasso
Il progetto

IL TESSILE CHIERESE: SOLIDALE O CONFLITTUALE ?

Gli imprenditori tessili chieresi hanno certamente costituito nel passato, e forse ancora oggi costituiscono una business community almeno in termini oggettivi, nel senso che hanno costituito la categoria produttiva portante dell'economia chierese.
Se abbiano formato anche una community sotto il profilo sociale, culturale, politico era l'obbiettivo da verificare all'inizio del progetto, cui è stata data appunto una denominazione fondata su una antitesi: il tessile chierese: solidale o conflittuale?
La ricerca è stata condotta da tre docenti dell'Istituto Vittone (prof. Alessandro Crivello, docente di Lettere, prof.ssa Marina Ciaudano e Teresa Martini entrambe docenti di Economia Aziendale) con la collaborazione di dodici studenti (Burigatto Stefania, Cambareri Antonella, Casetta Doriana, Manello Vittoria, Pillon Davide della classe 5^A Rag. Brocca e Baragoana Sorin, Baravalle Elisa, Cotroneo Denise, Dai Zotti Daniele, Gilli Michela, Graglia Liviana, Pacella Emiliano della classe 4^B Rag IGEA).
Il gruppo di ricerca ha partecipato ai vari incontri promossi dalla Provincia di Torino e dal team di docenti e ricercatori dell'Università di Torino (prof. Paride Rugafiori, prof.ssa Chiara Ottaviano, dott. Ivan Balbo), con gli altri due Istituti coinvolti nel lavoro: l'Istituto Cena di Ivrea ed il Liceo Des Ambrois di Ulzio. Per le specifiche attività di progettazione e di scambi culturali si rimanda ai verbali contenuti nel Diario di bordo.
L'indagine sul tessile chierese è iniziata di fatto nel mese di settembre 2004 con la ricerca bibliografica di testi di storia locale e di tesi di laurea, con specifico riferimento al tessile. Sono stati assunti contatti con la locale Fondazione Chierese per il Tessile, nel cui ambito si collocano altresì Il Museo del Tessile e l'Associazione Amici del Ricamo Bandiera; abbiamo riscontrato una fattiva e cortese collaborazione da parte del presidente della Fondazione, sig. Armando Brunetti, e dei suoi collaboratori, la sig.ra Daniela Bonino, bibliotecaria della Fondazione, i sigg. Varetto e Aldo Levi, il sig Michele Vasino presidente dell'Associazione del Ricamo Bandiera. Proprio da loro, attraverso un incontro presso la sede della Fondazione, in via Demaria 10, abbiamo iniziato a raccogliere informazioni e testimonianze sul tessile chierese.
Quindi, con la loro collaborazione, abbiamo avviato vari contatti con imprenditori anziani o ex imprenditori per raccogliere altre testimonianze attraverso incontri specifici svoltisi o presso la sede del nostro istituto o presso le ditte o le abitazioni dei testimoni stessi. A tali incontri in genere partecipavano due o tre docenti del gruppo e quattro - sei studenti. Al testimone veniva inizialmente richiesto di raccontare la propria storia di vita nell'ambito della propria impresa tessile, quindi venivano posti quesiti precedentemente elaborati, miranti ad approfondire la rete di relazioni tra imprenditori (adesione o meno alla LIT o all'API), i rapporti con la politica e con le banche, i titoli onorifici, le partecipazioni alla processione del Corpus Domini e alla festa dell'8 dicembre, gli effettivi rapporti economici tra la categoria, le relazioni di parentela, ecc…
Non abbiamo mai usato il registratore ma abbiamo sempre appuntato le informazioni comunicateci, affidando poi l'incarico agli studenti, a turno, di redigere una bozza della testimonianza secondo la tecnica dell'io narrante; tale bozza veniva poi rivista dai docenti, digitata in forma predefinitiva e trasmessa ai testimoni per l'eventuale revisione e la sottoscrizione del consenso alla pubblicazione. Sovente l'intervista-testimonianza è stata accompagnata anche dallo scatto di fotografie di gruppo, dall'esame di materiale documentario, dalla visita degli stabilimenti rilevatasi molto interessante per noi ricercatori.
Siamo particolarmente grati a tutti i nostri testimoni che hanno acconsentito a raccontare le loro storie di vita e di lavoro.
La redazione delle testimonianze è stata accompagnata dalle consultazioni di altre fonti documentarie: elenchi di ditte riscontrate attraverso le associazioni di categoria (Cotonieri) ed il passaparola tra gli intervistati, fascicoli e bilanci depositati presso la Camera di Commercio, dati dei censimenti ISTAT, i periodici locali (il Corriere di Chieri; Cronache chieresi), testi e pubblicazioni conservati presso varie biblioteche.

     Chiudi