Introduzione
La scuola
Il progetto
I tutor
   
  ATTIVITA' 2004-05
Il gruppo
Le ricerche
Diario di bordo
   
 
Il gruppo
  Le ricerche
 
I bilanci della FIL
L'ampliameno del Tabasso
Diario di bordo
VERBALE n. 10 - Verbale dell'incontro con Mario Navone



IL 30/11/2004, alle ore 16,15, abbiamo incontrato il sig Mario Navone titolare della Tessitura Artistica Chierese con sede in via A. De Gasperi, 4.
L'incontro si è dimostrato molto interessante, ricco di informazioni storiche e attuali, poiché nella famiglia Navone ci sono "tessitori" da ben cinque generazioni, come risulta da un atto notarile del 1896.



L'attività tessile, attualmente molto ben avviata sul mercato, è stata ereditata dal padre Giacinto Navone e viene portata avanti da Mario Navone con la collaborazione della moglie e del figlio rag. Andrea che, pur avendo conseguito il diploma da ragioniere nel nostro Istituto, non si occupa molto della contabilità aziendale, ma si dedica, in modo prevalente, alla progettazione dei disegni al computer.


La moglie di Mario è una presenza molto importante all'interno dell'azienda in quanto, per doti personali, realizza manualmente, con molto gusto artistico, qualsiasi disegno.
Infatti la specialità dell'azienda è quella di produrre tovagliati "artistici", cioè molto particolari: curati nell'originalità dei disegni e nella qualità del prodotto.
Abbiamo avuto modo di vedere alcuni articoli di attuale produzione nelle varie fasi della loro realizzazione: dal momento del "concepimento" come disegno tracciato a mano, alla successiva elaborazione con l'utilizzo del computer ed infine all'ottenimento del prodotto con il lavoro del telaio che "legge" la scheda elettronica contenente il disegno stesso.
Alla testimonianza dell'intera famiglia Navone, è seguita la visita allo stabilimento dove si svolgono i vari processi di lavorazione: la roccatura del filato che arriva in matasse dalla tintoria, la preparazione dell'ordito attraverso la cantra, dove i fili vengono avvolti sul subbio, ed infine la tessitura su telai completamente automatizzati di cui ci è stato spiegato il funzionamento mentre erano all'opera. Su questi telai modernissimi la navetta, come mezzo per ottenere l'inserzione della trama, è sostituita da opportuni aghi e da pinze su nastri flessibili che permettono di aumentare notevolmente la velocità di produzione.
Inoltre, attingendo all'archivio di famiglia, abbiamo visto vecchi documenti contabili, disegni su carta e vecchi quaderni della scuola serale di tessitura del fondatore Giacinto Navone il quale, solo dopo aver lavorato ed acquisito esperienza presso la Tessitura Giuseppe Gallina, si era messo in proprio partendo dal nulla.

L'incontro è terminato poco dopo le 19.

 

indietro

     Chiudi